L'IMPORTANZA DI UN MICROBIOTA INTESTINALE SANO IN GRAVIDANZA

Il consumo di probiotici durante la gravidanza è sicuro e anche raccomandato per i suoi numerosi effetti positivi. 

La gravidanza è senza dubbio uno dei periodi più magici e speciali della vita di una donna, ma porta con sé molto più che acquistare vestitini carini, progettare la stanza del bambino e accarezzare la propria pancia che cresce.

La gravidanza modifica il quadro ormonale di una donna e, di conseguenza, il suo corpo, la funzione del suo sistema immunitario, del microbiota intestinale e quello  vaginale e il suo benessere generale.


QUALI SONO I CAMBIAMENTI CHE ACCOMPAGNANO LA GRAVIDANZA?


Aumento di peso e ritenzione idrica

La gravidanza è caratterizzata da un aumento di peso: parte di esso è proprio del bambino in crescita, il resto è la riserva di grasso immagazzinata dal corpo. Aumenta anche il volume del sangue e molte donne incinte vanno incontro a ritenzione idrica.

Quest'ultima condizione è dovuta al sovrappeso, che rallenta la circolazione del sangue e dei liquidi corporei, soprattutto a livello delle gambe. Di conseguenza, il corpo trattiene più acqua, cosa che le donne in gravidanza avvertono come gonfiore alle mani, ai piedi o persino al viso.

4 consigli che ti aiuteranno in tali circostanze:

  • riposa molto;
  • non stare troppo a lungo in piedi;
  • limita l'assunzione di caffeina e di sale;
  • aumenta l'assunzione di potassio.

Vista, olfatto e gusto

Durante la gravidanza la vista può calare e la sensibilità agli occhi può aumentare quando si indossano le lenti a contatto. Le donne incinte spesso sperimentano anche un aumento della pressione intraoculare.

Un altro cambiamento molto comune e da "stereotipo" è la variazione del senso dell'olfatto e del gusto.

È interessante come una donna incinta possa provare disgusto per il suo cibo preferito e, allo stesso tempo, trovare gradevole l'odore di qualcosa che non avrebbe mai mangiato prima.

A causa di una maggiore sensibilità agli odori, quelli più forti possono anche provocare nausea.

Pelle, capelli e unghie

Durante la gravidanza l'alterazione di pelle, capelli e unghie, come il loro stato di salute, sono dovuti a cambiamenti ormonali. La condizione dei capelli, delle unghie e della pelle può subire due sorti completamente opposte: se una donna ha la pelle improvvisamente più lucida, capelli folti e unghie lunghe e forti, un'altra può presentare una pelle piena di impurità e sperimentare la caduta dei capelli e la fragilità delle unghie.

L'inestetismo cutaneo più noto, tuttavia, è sicuramente quello delle smagliature, che sono date da un mix di dilatamento della pelle e di cambiamenti ormonali che ne influenzano l'elasticità.

 Le smagliature si presentano nel 90% delle donne entro il terzo trimestre, il più delle volte sull'addome e sul torace. Non scompaiono mai del tutto, ma spesso si attenuano assimilandosi al colore della pelle e diminuiscono dopo il parto.

Alterazioni del sistema cardiovascolare e respiratorio

Durante la gravidanza il corpo lavora a pieno regime. Fino al 50% del volume del sangue, la frequenza cardiaca e anche la necessità di ossigeno aumentano in modo significativo. La mucosa del tratto gastrointestinale superiore diventa ben vascolarizzata, il che può portare a congestione nasale e persino ad un cambiamento della voce.

La gravidanza può anche essere accompagnata da una sensazione di mancanza di respiro. Questa sensazione è più comune nel terzo trimestre, ma può manifestarsi anche prima (infatti, dipende dalla pressione uterina sui polmoni e su altri organi).

Le alterazioni più comuni ed evidenti, invece, si verificano a livello del sistema ormonale.

LA DONNA PRODUCE PIÙ ESTROGENI IN GRAVIDANZA CHE IN TUTTA LA SUA VITA

Sebbene un test di gravidanza positivo sia il punto di svolta in cui una donna scopre di essere incinta, la gravidanza in realtà inizia molto prima.

Subito dopo la fecondazione dell'ovulo, viene rilasciato l'ormone hCG (gonadotropina corionica umana), responsabile dell'esito positivo del test di gravidanza (se la fecondazione ha avuto luogo). Viene prodotto solo durante la gravidanza ed è costituito da cellule che andranno a formare anche la placenta e dai suoi valori è possibile prevedere diversi esiti della gravidanza, come gravidanze multiple o calcoli errati del concepimento. La sua quantità non può essere modificata se non con i farmaci. All'inizio della gravidanza è ampiamente presente nel sangue e i suoi valori di solito raddoppiano ogni 72 ore.

Alti livelli di ormone hCG nelle prime settimane possono, tra le varie cose, causare anche nausee mattutine frequenti ed intense. Dopo la 12a settimana la sua produzione si stabilizza e di conseguenza  anche gli effetti indesiderati ad esso correlati spesso scompaiono durante questo periodo.

Tuttavia, l'ormone hCG non è rilevante solo per un esito positivo del test: è anche responsabile della produzione di progesterone ed estrogeni nelle ovaie, che hanno funzioni estremamente importanti durante la gravidanza.

Compiti diversi, obiettivo comune: una gravidanza sana e sicura

Estrogeni e progesterone sono i principali ormoni della gravidanza. Svolgono compiti molto diversi, ma hanno in comune l'obiettivo di una gravidanza sana e sicura, il benessere della donna incinta e del feto e la preparazione del corpo al parto e al periodo postpartum.

Le funzioni degli estrogeni durante la gravidanza  riguardano:

  • la crescita e lo sviluppo degli organi e dei vari sistemi;
  • la produzione di ormoni nelle ghiandole surrenali del feto;
  • la risposta uterina all'ossitocina;
  • la dilatazione dei dotti lattiferi della mammella.

Le funzioni del progesterone durante la gravidanza riguardano:

  • la prevenzione della contrazione prematura delle pareti uterine;
  • il rilassamento della muscolatura liscia;
  • la tolleranza da parte della madre del feto e del suo DNA.

Oltre a estrogeni e progesterone, anche la relaxina (che rilassa i muscoli e i tessuti del corpo), la prolattina (l'ormone che stimola la produzione di latte) e l'ossitocina (l'ormone dell'amore responsabile della connessione tra madre e figlio) giocano un ruolo importante nella gravidanza.

Sebbene gli ormoni siano la chiave per portare a termine una gravidanza sicura, essi possono anche essere responsabili di alcuni sintomi spiacevoli che spesso accompagnano la gravidanza.


LE IMPORTANTI ALTERAZIONI DEL CORPO PORTANO ANCHE MOLTI SPIACEVOLI INCONVENIENTI

Tra le altre cose, estrogeni e progesterone influiscono sui cambiamenti del microbiota intestinale e quindi sulla salute, il benessere e una corretta digestione.

I problemi più comuni, e le loro conseguenze, che affliggono le future mamme sono:

  • Problemi digestivi

I problemi digestivi, al di là delle nausee mattutine, sono uno degli inconvenienti più comuni che colpiscono le donne in gravidanza. Come se costipazione, gonfiore e flatulenza non bastassero, possono aggiungersi anche bruciore e mal di stomaco.

  • Vaginite

A causa dei cambiamenti nel sistema immunitario, dei livelli di glicogeno e dell'ormone estrogeno, le infezioni fungine vaginali sono particolarmente comuni tra le donne in gravidanza. Oltre all'infezione vaginale batterica, possono verificarsi anche infezioni vaginali. Sia le infezioni fungine che quelle batteriche sono accompagnate da gravi e spiacevoli sintomi.

Nessuna di queste infiammazioni rappresenta di per sé una seria minaccia per la donna incinta o per il feto, ma è bene curare (e meglio ancora prevenire) qualsiasi tipo di infezione vaginale.

  • Cistite

Può capitare che una donna non abbia mai sperimentato un'infiammazione della vescica fino a prima della gravidanza e che poi ne soffra invece nelle prime settimane. Il motivo risiede nel fatto che, proprio come succede nell'area vaginale, i cambiamenti portati dalla gravidanza interessino anche la flora intestinale e quindi le vie urinarie.

Se è vero che non c'è motivo di farsi prendere dal panico per una vaginite, le infezioni del tratto urinario sono quelle che possono causare più disagio durante la gravidanza. Qualsiasi cistite dovrebbe essere curata il prima possibile e ancora più importante è la terapia preventiva, che può aiutare ad evitare l'insorgere dell'infiammazione.

  • Cura antibiotica

Come se non bastasse, durante la gravidanza possono insorgere infiammazioni o malattie che richiedono un trattamento con antibiotici; spesso si tratta di infiammazioni della vescica e mastiti dopo il parto e durante l'allattamento. Il medico prescrive antibiotici sicuri sia per la donna incinta che per il bambino e per aiutare il corpo, in particolare l'intestino, che è particolarmente importante tutelare durante la terapia. Gli antibiotici distruggono il microbiota intestinale, che può essere causa dei suddetti problemi, così come di tanti altri.


PER IL PROPRIO BENESSERE IN GRAVIDANZA È IMPORTANTE PRENDERSI CURA DI TUTTO IL CORPO, IN PARTICOLARE DELL'INTESTINO

I milioni di batteri che vivono nell'intestino non solo si prendono cura della corretta digestione e di prevenire le infiammazioni, ma svolgono anche molti altri compiti che influiscono sulla salute e sul benessere durante la gravidanza: 

"LA SALUTE INTESTINALE NELLE DONNE IN GRAVIDANZA È ESTREMAMENTE IMPORTANTE!"

L'importanza di un intestino sano durante la gravidanza è rimarcata anche da Anna Zrimsek, esperta nel campo dell'alimentazione femminile durante il concepimento, la gravidanza e il periodo postpartum.

“A parte il fatto che un intestino sano e il microbioma che vi risiede sono correlati ad un sistema immunitario forte, essi influenzano anche il corso della gravidanza. Un equilibrio inadeguato di batteri "buoni" e "cattivi" aumenta il rischio di:

  • nascita prematura,
  • sviluppo della preeclampsia,
  • diabete gestazionale e
  • aumento di peso eccessivo durante la gravidanza.

I batteri del nostro apparato digerente influenzano anche l'assorbimento dei nutrienti, i cui fabbisogni sono ulteriormente aumentati durante la gravidanza perché destinati alla cura del feto.”

Ecco l'importanza del prendersi cura del sistema immunitario e di garantire una gravidanza sicura e una corretta digestione. La cura del microbiota intestinale è fondamentale per un altro motivo:

“Oltre a influenzare il corso della gravidanza, il microbioma della madre è legato anche al microbioma del bambino. Contrariamente a quanto si ritenesse in passato, ovvero che l'utero fosse un ambiente sterile e che il bambino entrasse in contatto per la prima volta con i batteri solo durante il parto vaginale, gli scienziati hanno scoperto che il microbioma del bambino si forma già durante la gestazione. Il corretto sviluppo del microbioma del bambino influisce anche sulla sua suscettibilità alle allergie e ai problemi della pelle, oltre che ad avere un effetto sulla sua salute. ”


PRENDERSI CURA DI UN INTESTINO SANO DURANTE LA GRAVIDANZA

"Un microbiota sano è condizionato per lo più dalla dieta", afferma Anna.

“Quando si tratta di regolare il microbiota intestinale:

  • fibre solubili (avena, banane, broccoli, carote...);
  • probiotici (kefir, yogurt, kimchi, sottaceti fermentati);
  • prebiotici (banane poco mature, aglio, asparagi, cipolle, legumi)
  • Si raccomanda di evitare cibi trasformati, fritti, alcolici e cibi ricchi di zuccheri”.

Oltre alla dieta, il microbiota è influenzato anche dalla genetica, dall'esposizione allo stress, dalle abitudini del sonno e, ovviamente, dalla gravidanza.

Cos'altro puoi fare per avere un microbiota intestinale sano ed equilibrato, oltre che fare attenzione alla dieta?

L'USO REGOLARE DI PROBIOTICI SUPPORTA LA SALUTE INTESTINALE

Anna sottolinea: “Il consumo di colture microbiche (probiotici) durante la gravidanza è sicuro e anche raccomandato per i suoi numerosi effetti positivi . Poiché un intestino sano influisce anche sulla fertilità di uomini e donne e sulla qualità del latte, il consumo è consigliato e sicuro anche durante i periodi di gravidanza e allattamento.”

Importante è anche la selezione di una miscela appropriata di probiotici, facendo attenzione che contengano quanti più ceppi diversi e batteri vivi possibile. Durante la gravidanza, è particolarmente consigliato scegliere probiotici che contengono (tra gli altri) ceppi batterici come Lactobacillus Acidophilus.

Ciò è fondamentale per due ragioni:

  1. Un rapporto a favore dei batteri buoni riduce la riproduzione di quelli cattivi. Tra questi c'è lo streptococco di gruppo B, un tipo di batterio che può essere trasmesso al bambino dalla nascita e che lascia gravi conseguenze.
  2. Quando passa attraverso il canale del parto, il bambino viene "infettato" dai batteri che si trovano nella vagina della madre, quindi è ovvio che l'equilibrio deve essere fortemente a favore dei batteri buoni.

NATAL BIOTIC CREATO APPOSITAMENTE PER LE DONNE IN GRAVIDANZA E LE MAMME DURANTE L'ALLATTAMENTO

Natal Biotic è una miscela di probiotici e Actazin (estratto di kiwi verde) che supporta la salute e il benessere delle donne durante la gravidanza e nel periodo postpartum.

L'actazin aiuta nella colonizzazione delle colture microbiologiche ed è costituita da prebiotici (cibo per probiotici), polifenoli, un enzima che si trova solo nel kiwi (detto actinidina) e fibra insolubile. Fornisce al sistema digestivo le sostanze nutritive che aiutano i movimenti intestinali regolari e quindi a prevenire la stitichezza. Dal momento che contiene prebiotici, polifenoli e fibre insolubili, è fonte di alimento per colture microbiologiche, migliorando così la flora intestinale e il rapporto tra batteri buoni e cattivi.

Il suo enzima unico, l'actazin, agisce nel tratto digestivo superiore, aiutando a scomporre alcune proteine e alleviando così la sensazione dello stomaco troppo pieno.

Oltre a tutto ciò, Natal Biotic contiene anche una miscela di 6 ceppi accuratamente selezionati che supportano in particolare la salute delle donne durante questo periodo meraviglioso ma delicato. Regola il microbiota intestinale e vaginale e favorisce una sana digestione e un buon assorbimento dei nutrienti.

5 MOTIVI PER ASSUMERE NATAL BIOTIC:

Rafforza il sistema immunitario della madre e del bambino

L'intestino contiene più del 70% delle cellule del sistema immunitario. Prendersi cura di un microbiota intestinale sano ha un effetto positivo sul sistema immunitario della madre e del bambino.

Migliora la digestione

I probiotici con l'aggiunta di estratto di kiwi favoriscono la digestione e la funzione intestinale e aiutano a prevenire la stitichezza.

Aumenta i folati nel corpo

Ceppi selezionati di colture microbiche aiutano ad aumentare i folati.

Supporta la salute dell'organismo dopo il parto

Un microbiota intestinale sano aiuta ad assorbire meglio i nutrienti, regolare la glicemia e ad avere un sistema immunitario forte, fornendo un supporto chiave all'organismo durante l'allattamento e un recupero dopo il parto.

Aiuta a prevenire le infezioni intime e la cistite

Le infezioni intime e la cistite sono spesso causate da batteri che provengono dall'intestino. L'equilibrio nel microbiota intestinale è quindi una parte importante della prevenzione di infezioni.

Consigliamo
background
Natal Biotic
30 Capsule
Disponibile

/ Sufficiente per 30 giorni / 0,67€ al giorno

Natal Biotic è un integratore alimentare a base di colture microbiche e Actazin (estratto di kiwi),  specialmente creato per il benessere delle donne in gravidanza e allattamento. Contiene 6 ceppi probiotici selezionati. Supporta la salute della flora batterica intestinale, migliora l'assorbimento dei nutrienti, aumenta i folati in modo naturale ed aiuta a rafforzare il sistema immunitario.

€27,90
LEGGI DI PIÙ
5 cibi ricchi di vitamina D (+ perché questa vitamina è così importante)
La carenza di vitamina D è un problema di salute a livello mondiale.
L'intestino è il colpevole dei problemi della pelle?
Tutte le donne siamo preoccupate per l'aspetto della nostra pelle del viso, soprattutto, quando compaiono imperfezioni com...
Il ruolo dell'intestino nei dolori mestruali
Secondo le statistiche 3 donne su 4 manifestano sintomi premestruali, inclusi intensi dolori al basso ventre, che possono ...