Il ruolo dell'intestino nei dolori mestruali
Secondo le statistiche 3 donne su 4 manifestano sintomi premestruali, inclusi intensi dolori al basso ventre, che possono compromettere le normali attività quotidiane.

L'intestino gioca un ruolo molto importante nella mestruazioni e nelle prevenzione dei dolori mestruali.

Facciamo chiarezza...


Cosa accade al corpo durante il ciclo mestruale?

Il tuo ciclo mestruale dipende dagli ormoni. I più noti e importanti tra di loro sono gli estrogeni e il progesterone, i principali ormoni femminili. 

Scopriamo insieme come lavorano.



Estrogeni - ormoni che promuovono una varietà di cambiamenti

Gli estrogeni sono i principali ormoni femminili. La produzione di estrogeni avviene soprattutto dai follicoli ovarici. L'FSH (ormone follicolo stimolante) e L’H (ormone luteinizzante) regolano la produzione di estrogeni durante l’ovulazione.


Il livello più basso di estrogeni si verifica il primo giorno delle mestruazioni. Il giorno successivo, insieme alla crescita dei follicoli, aumentano anche i livelli di estrogeni. L'aumento degli estrogeni provoca l'ispessimento del rivestimento dell'utero con l'aiuto di sostanze nutritive e sangue. In caso di gravidanza, l'ovulo avrà i nutrienti e il supporto di cui ha bisogno per crescere. Poco prima dell'ovulazione, l'estrogeno è al suo massimo, quindi il suo livello scende bruscamente. Negli ultimi giorni prima delle mestruazioni, aumenta leggermente di nuovo e scende di nuovo entro il primo giorno del nuovo ciclo.


Un altro ormone che è una parte fondamentale del ciclo mestruale è il progesterone.


Progesterone - un ormone prescritto proprietà antidepressive

L'esatto opposto dell'estrogeno è l'ormone progesterone. Viene prodotto dalle ovaie dopo l’ovulazione e in piccole quantità dalle ghiandole surrenali, ed è controllato dall'LH (ormone luteinizzante). Il progesterone prepara il rivestimento interno dell’utero e garantisce le condizioni ottimali per la gestazione.


I livelli di progesterone sono bassi dall'inizio del ciclo fino a circa il 15° giorno, cresce dopo l'ovulazione e raggiunge il picco poco dopo. A quel tempo, il livello di progesterone aumenta e provoca un ulteriore rafforzamento del rivestimento dell'utero, che darebbe spazio all'ovulo fecondato per l'impianto e la crescita. Se non avviene la fecondazione, anche i livelli di progesterone iniziano a diminuire e tornano bassi all'inizio di un nuovo ciclo mestruale.


Lo squilibrio tra gli estrogeni e il progesterone e’ il responsabile di una serie di sintomi che si verificano durante il ciclo mestruale come stanchezza, sbalzi d'umore, problemi digestivi, carenza di concentrazione e dolori mestruali.


Cosa sono i crampi mestruali?

I crampi mestruali sono dolori che si avvertono nella parte bassa del ventre, alcuni giorni prima, durante o dopo il ciclo mestruale. Se l'ovulo non viene fecondato durante l'ovulazione, il tessuto ispessito nell'utero deve essere espulso. Nel processo vengono rilasciate sostanze simili agli ormoni chiamate prostaglandine. Il loro compito è quello di innescare la contrazione dell'utero e lo senti sotto forma di crampi.


Ma cosa influenza l'intensità dei dolori mestruali?

La presenza di prostaglandine è associata all'infiammazione nel corpo. Maggiore è l'infiammazione, più prostaglandine vengono rilasciate e più dolorosi sono i crampi per te.

Infiammazione e dolori mestruali

Oltre alle prostaglandine (che sono già così associate all'infiammazione), durante le mestruazioni vengono rilasciate nell'utero nuove molecole infiammatorie. Questi poi circolano in tutto il corpo e causano infiammazione. Allo stesso tempo, le molecole infiammatorie dall'intestino circolano in tutto il corpo, che sono lì a causa di una dieta squilibrata, stress, squilibrio ormonale o allergie.

Questo mette a dura prova il tuo corpo provocando infiammazioni. Il corpo risponderà a questo con dolore (che è già così presente), forse anche con un mal di testa, ma sicuramente con una sensazione peggiore.

Ma l'intestino non è solo associato ai dolori mestruali e all'infiammazione, ma ha un'altra connessione molto importante.


Il metabolismo degli estrogeni inizia nell'intestino

Gli estrogeni sono prodotti principalmente nelle ovaie, quindi viaggiano nel corpo fino all'utero e ai seni. Quando svolgono il suo compito, vengono metabolizzati ed immagazzinati nel fegato, dove entrano in una sorta di sonno invernale. Dopo, il fegato invia gli estrogeni all’intestino e da lì vengono quasi completamente eliminati dal corpo. Questo succede quando gli estrogeni hanno un cammino normale.


Ma succede qualcosa di molto insolito a noi donne. Quando abbiamo un microbiota intestinale squilibrato, l'estrogeno impazzisce. Un certo tipo di batteri intestinali formano un enzima, che riattiva gli estrogeni nell'intestino, che sono in attesa di essere escreti dal corpo. E questo, che cosa significa? Significa che gli estrogeni si riattivano e ritornano di nuovo al corpo nel flusso sanguigno. Tuttavia, le ovaie continuano a produrre una dose giornaliera di estrogeni e quelli non metabolizzati correttamente, rimangono nel tuo corpo.

Lo squilibrio della flora batterica intestinale è molto comune, questo provoca moltissimi disagi.

Se vuoi alleviare i crampi mestruali a lungo termine, devi iniziare dalla base, dall'intestino. Ma poiché ci vuole tempo e perseveranza, ti do dei consigli pratici su come alleviare i dolori mestruali in modo del tutto naturale.


Come alleviare i dolori mestruali in modo naturale


Alimentazione durante le mestruazioni

Il passo più importante e’ l'alimentazione. Sai, se vuoi sentirti bene ed essere in salute, devi prenderti cura del tuo corpo dall'interno. Il cibo che mangi nei giorni prima e durante il ciclo può influire notevolmente sul tuo benessere.

Garantire un adeguato apporto di fibre

Gli alimenti ricchi di fibre ti aiuteranno in molti modi.

1. Le fibre influenzano la struttura delle feci, quindi possono aiutare principalmente a regolare la digestione in quei giorni. L'oscillazione tra stitichezza e digestione accelerata non è solo fastidiosa per te, ma anche per il tuo intestino.

2. Inoltre, la fibra è cibo per i batteri buoni. Più ce ne sono, più facile sarà abbassare le condizioni infiammatorie.

3. La fibra aiuta a rimuovere l'eccesso di estrogeni che si accumula nell'intestino. Agiscono come una spugna che assorbe gli estrogeni e li espelle rapidamente dal corpo.


Aumenta il consumo di spezie antinfiammatorie

Durante le mestruazioni è il momento giusto per concedersi una tisana allo zenzero fatta in casa o aggiungere la curcuma al frullato mattutino. Sia lo zenzero che la curcuma sono noti per le loro proprietà antinfiammatorie. Ridurre le condizioni infiammatorie durante le mestruazioni significa meno crampi mestruali.


Non dimenticare i grassi sani

Salmone, noci, avocado, zucca e semi di lino contengono acidi grassi omega-3. Gli acidi grassi Omega-3 sono noti per le loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie che possono aiutare a ridurre i crampi mestruali.



Se non vuoi che i crampi diventino ancora più forti, nei giorni prima e durante le mestruazioni, dovresti escludere dal tuo menu:



Alcool

Anche se hai bisogno di fare un brindisi a un evento importante in questo momento, o hai ricevuto un invito a una festa, ti consiglio di evitare l'alcol durante i primi giorni del ciclo. Non solo aumenta l'infiammazione nel corpo, ma colpisce anche gli estrogeni. Il nostro obiettivo, tuttavia, è bilanciare gli ormoni e non causare ancora più caos.

Alimenti trasformati e conservati

Gli alimenti trasformati e in scatola sono spesso pieni di sale, grassi trans e altri additivi. Questi non solo causeranno gonfiore, ritenzione idrica o problemi digestivi, ma aumenteranno anche il livello di infiammazione nel corpo.

Zucchero e dolci

Lo so, è da un mese che sogni quella cioccolata che mangerai quando avrai il ciclo. Ma lo zucchero può peggiorare i crampi, poiché aumenta i processi infiammatori e, inoltre, il cioccolato al latte non ha alcun valore nutritivo di cui il tuo corpo avrebbe bisogno durante questo periodo.


Attività fisica

Non devi correre sempre una maratona, scalare le montagne o battere un record personale di sollevamento pesi.

Puoi scegliere un allenamento che sia piacevole per te, come camminare, yoga oppure puoi permetterti di allenarti con il tuo peso. Ascolta il tuo corpo e scegli l'esercizio che ti sarà più piacevole in un dato momento.

Ma perché il movimento è così efficace?

Durante l'attività fisica, nel corpo vengono rilasciate beta-endorfine, che elevano l'umore, hanno un effetto antinfiammatorio e rilassano il nostro corpo. Inoltre, aiutano anche a bruciare le prostaglandine più velocemente, il che significa meno dolore.


Mettiti al primo posto e prenditi cura di te

Prendersi cura del proprio corpo e salute è molto importante.

Vivere in una vita imprevedibile e frenetica è associato a più stress, che a sua volta provoca infiammazione cronica. L'infiammazione, tuttavia, è associata sia alla sindrome premestruale che ai dolori mestruali, sbalzi d'umore e malessere.

Prendersi cura di sé non è scienza. Solo assicurarti di bere abbastanza acqua significa prenderti cura di te stessa. Fai un pasto equilibrato di ingredienti freschi o una doccia calda.

Ecco altri modi in cui puoi prenderti cura di te, calmarti, abbassare gli ormoni dello stress e aumentare il tuo benessere:

▫️ scrivere un diario,
▫️ maschera per il viso fai da te,
▫️ stabilire dei confini (sì, anche quelli più vicini),
▫️ leggere un libro,
▫️ passeggiare nella natura o
▫️ bere una tisana guardando la tua serie preferita.


Di seguito, ti rivelerò quale organo è "il colpevole" dei dolori mestruali e cos'altro puoi fare per essere un passo più vicino alle mestruazioni senza dolore.


Qual è la vera causa dei dolori mestruali e come eliminarle

Ora sai che i dolori mestruali (tra le altre cose) sono causati dall'infiammazione. Questa inizia nell'intestino.

Ma l'infiammazione non è l'unica cosa che ti fa aspettare quei giorni. Anche il malessere durante le mestruazioni e il dolore al basso ventre possono essere influenzati dagli ormoni femminili, in particolare dallo squilibrio tra estrogeni e progesterone. Finché gli estrogeni e il progesterone lavorano in armonia, va tutto bene. I problemi iniziano quando predominano gli estrogeni e c'è sempre meno progesterone.


Come ritrovare l'equilibrio ormonale ed intestinale


Alimenti con batteri buoni

L'equilibrio a favore dei batteri buoni nell'intestino è fondamentale per la nostra salute. Gli alimenti probiotici non sono solo quelli aggiunti con microorganismi vivi ma anche i cibi fermentati come: kefir, crauti, miso, kimchi o kombucha.

Fitoestrogeni

Fitoestrogeni sono un gruppo di sostanze presenti nelle piante e hanno una struttura molto simile agli estrogeni del nostro corpo. I fitoestrogeni si trovano nella soia, nei fagioli, nei ceci, nell'erba medica, nel trifoglio, nell'orzo, nel grano saraceno, nel lino, nel miglio, nell'avena, nel riso, nel sesamo, nelle noci e nei legumi.

Alimenti che supportano la funzionalità epatica:

Il fegato è un organo meraviglioso, svolge più di 500 funzioni nel corpo. Il fegato metabolizza gli ormoni, per questo motivo è fondamentale mantenerlo in salute. Puoi supportare il fegato con una dieta adeguata, ricca di verdure a foglia verde. Evita lo zucchero, i prodotti da forno e a base di farina bianca, l'alcol e i cibi fritti.  

Spezie

Le spezie e le erbe non solo hanno un buon sapore, ma sono considerate una vera miniera di antiossidanti e sostanze nutritive. Le sette spezie più efficaci per alleviare le condizioni infiammatorie nel corpo sono: curcuma, zenzero, cannella, pepe di cayenna, salvia, chiodi di garofano e rosmarino.

Alimenti ricchi di vitamina B6

Anche gli alimenti ricchi di vitamina B6 sono altamente raccomandati per aumentare il progesterone. È fondamentale includere nella dieta pistacchi, pesce, semi di girasole, prugne e albicocche, banane, avocado e spinaci.

Rapporto ottimale tra colesterolo buono e cattivo

Il pregnenolone è un ormone coinvolto nella biosintesi del progesterone ed è sintetizzato dal colesterolo. Per questo motivo è importante il rapporto ottimale tra il colesterolo buono e quello cattivo. Il modo più semplice per controllare il cortisolo è includere nella dieta alimenti come: noci, pompelmi, succo di mirtillo rosso, pesce e cibi ricchi di calcio nella dieta e aumentare la resistenza fisica.

Attività fisica

È stato dimostrato che l'esercizio ha un effetto benefico sul sistema ormonale, nonché sui vasi sanguigni, sulla salute del fegato, sui livelli di cortisolo, e potremmo citarne ancora altri. Si consiglia di combinare diversi esercizi come stretching, camminata, escursioni in montagna, allenamento con i pesi, esercizi con il proprio peso corporeo. Tutto ovviamente con una certa moderazione.

Evita la plastica, il cibo in scatola e tutto ciò che non è naturale

Alcune delle sostanze contenute in molti prodotti hanno dimostrato di interferire con gli ormoni e allo stesso tempo causare condizioni infiammatorie nel corpo. Gli interferenti endocrini si trovano nella plastica, negli alimenti in scatola, negli alimenti non biologici, nella carne, nei latticini e in tutti i detergenti e cosmetici non naturali. Prova a scegliere prodotti naturali e biologici, privi di sostanze nocive. Evita la plastica il più possibile.

Integratori alimentari naturali

Sia l'equilibrio intestinale che l'equilibrio ormonale possono essere supportati anche con integratori alimentari naturali.


I probiotici (o colture microbiche) assicurano che i batteri buoni vengano reintrodotti nell'intestino, che aiutano a rafforzare il sistema immunitario, si prendono cura del metabolismo ormonale e dell'assorbimento dei nutrienti e garantiscono una corretta digestione. Oltre a 6 ceppi selezionati che supportano la salute generale delle donne, abbiamo aggiunto alle colture microbiche di Her Biotic l'estratto di mirtillo rosso e D-mannosio, che aiutano a prevenire le infezioni intime e la cistite.



Così come i probiotici sono indispensabili per l'equilibrio del microbiota intestinale,la Maca è indispensabile per l'equilibrio degli ormoni femminili. La Maca peruviana è una pianta adattogena conosciuta da millenni per i suoi benefici sulla salute e sul benessere, aiuta a equilibrare gli ormoni, abbassare gli effetti dello stress, aumentare il livello di energia e la libido. La sua proprietà più forte è che è adattogeno, il che significa che adatta la sua azione alle esigenze del tuo corpo. Her Biotic e la Maca sono la combinazione perfetta per alleviare i problemi femminili e i dolori mestruali.



Consigliamo
background
Pacchetto Equilibrio Ormonale
Disponibile

L'equilibrio ormonale porta mestruazioni senza disturbi, aumento della libido, pensieri chiari e più energia. Herbiotic e la Maca gelatinizzata sono la combinazione perfetta per il benessere femminile. Herbiotic contiene 6 ceppi probiotici accuratamente selezionati per soddisfare le esigenze delle donne, favorisce l’equilibrio della flora batterica intestinale e vaginale. La Maca è un superfood molto benefico per la salute delle donne, che aiuta a riequilibrare gli ormoni in modo naturale. 

€47,80 €43,02 Risparmi €4,78
Articoli Correlati
L'intestino è il colpevole dei problemi della pelle?
Tutte le donne siamo preoccupate per l'aspetto della nostra pelle del viso, soprattutto, quando compaiono imperfezioni com...
Come Lo Stress Danneggia (A Lungo Andare) La Digestione
Stress. Una parola che si sente in ogni conversazione. L’hai letta in tutti gli articoli riguardanti la salute ed è divent...
MENU ANTI- ETÀ: 10 tipi di alimenti per nutrire dall'interno la ballezza
Pelle bella e giovane. Questo è l'ideale a cui aspiriamo tutti nella società di oggi. Ma si tratta solo dell'aspetto. Ti s...