3 fasi della menopausa e sintomi da non sottovalutare
Quando pensiamo alla menopausa, la maggior parte delle persone pensa che la menopausa sia solo un periodo in cui effettivamente si perde il ciclo e si verificano tutti i sintomi ben noti che l'accompagnano, come vampate di calore, sbalzi d'umore e aumento di peso. Tuttavia, questo non è proprio il caso. La menopausa può essere suddivisa in tre fasi: perimenopausa, menopausa e postmenopausa.

Quando inizia la menopausa? Molto prima di quanto si possa pensare, è un processo che può richiedere anni. Ma cosa significa esattamente la menopausa?


La menopausa è un cambiamento naturale che segna la fine del periodo fertile femminile. Questo è quando le ovaie smettono di produrre estrogeni e progesterone, ormoni essenziali per la fertilità.


La menopausa è molto più che che la semplice scomparsa delle mestruazioni. L'età media in cui le donne entrano in menopausa è intorno ai 50 anni, ma la perimenopausa può iniziare molto prima. Tuttavia, la menopausa può verificarsi anche "innaturalmente" a causa di determinati interventi chirurgici o condizioni mediche.


Tutto quello che devi sapere sulle tre fasi della menopausa

Sapevi che la menopausa non è solo una fase? La menopausa si suddivide in tre fasi: premenopausa, menopausa e postmenopausa. Questa transizione avviene nel corso di diversi anni e dipende dallo stato ormonale. Nonostante le tre fasi siano un processo naturale di invecchiamento dell'organismo e quindi non una malattia, di solito sono accompagnate da alcuni sintomi spiacevoli e problemi che possono rendere la nostra vita quotidiana un po' amara.

Premenopausa

La prima fase della menopausa è chiamata premenopausa. In particolare, è un periodo che si verifica appena prima della menopausa. Questo è il cosiddetto periodo di transizione, poiché abbiamo ancora le mestruazioni, ma stiamo già iniziando a notare i primi cambiamenti. Il corpo inizia lentamente a prepararsi alla menopausa stessa. Naturalmente, dipende ancora da ogni donna, poiché alcune potrebbero avere dei sintomi premenopausale per molti anni.


E quando inizia la premenopausa? Normalmente questo periodo si verifica a metà degli 40 anni e può durare per diversi anni. Anche fino a 10 anni! Sì, hai letto bene, alcune donne presentano dei sintomi per un periodo di dieci anni, ma più spesso si parla di cinque anni.


Dato che la premenopausa è un periodo di transizione in cui le mestruazioni diventano "un po' imprevedibili", è necessario sottolineare che è un periodo in cui si è ancora fertile.

Cosa sta realmente accadendo e quali sono i sintomi della premenopausa, lo spiego di seguito.

I sintomi della premenopausa

Dal punto di vista ormonale, inizia un calo della produzione di estrogeni e progesterone. La proporzione di entrambi gli ormoni, nel nostro cervello, inizia a fluttuare sempre di più, il che significa che la comunicazione effettiva tra il cervello e le ovaie è piuttosto difficile. Questo si riflette nel nostro umore. Ad un tratto ci sembra che il mondo intorno a noi sia cambiato e può capitare che a stento ci riconosciamo più, o meglio, le nostre reazioni.

In premenopausa, come nel periodo postparto,  il livello dell'enzima MAO-A aumenta. È un enzima che depotenzia alcuni neurotrasmettitori tra questi la serotonina, la noradrenalina e la dopamina. Ecco perché in queste fasi moltissime donne hanno sintomi di depressione, nebbia mentale e sbalzi d’umore.


Irritabilità, ansia e tendenza all'umore depresso sono quindi segni caratteristici di questo della premenopausa. Ciò include un aumento della fatica e disturbi del sonno, come l'insonnia. Il sonno diventa più leggero, potresti avere difficoltà ad addormentarti o potresti svegliarti frequentemente di notte.


Come se ciò non bastasse, perché il nostro cervello non funzioni a pieno regime, si può affrontare un rallentamento delle funzioni mentale e cognitive. Ciò è dovuto in parte allo scarso sonno e allo stress, e in parte allo stato degli ormoni stessi, poiché gli estrogeni e il testosterone svolgono un ruolo importante nella regolazione dell'umore.

Un segno molto evidente della premenopausa  è il ciclo mestruale irregolare, che può saltare qualche mese, presentando anche un flusso più o meno abbondante.

Anche le vampate di calore sono un sintomo ben noto. Arrossamento del viso, battito cardiaco accelerato e sudorazione. Questi picchi arrivano improvvisamente e sono il risultato di cambiamenti ormonali che colpiscono l'ipotalamo, che è responsabile della regolazione della temperatura corporea.

Nel corso degli anni il metabolismo tende drasticamente a rallentare, ma se a questo aggiungiamo le fluttuazioni ormonali, è chiaro perché molte donne in questa fase prendono qualche chilo in più. Inoltre, la massa ossea e la massa muscolare iniziano a diminuire. I chili in più iniziano ad accumularsi intorno alla vita. Durante questo periodo, è ancora più importante avere una dieta sana ed equilibrata con abbastanza macro e micro nutrienti, cioè proteine, fibre, vitamine, minerali e grassi sani. Più che allenamenti cardio intensi, si consigliano allenamenti per la forza muscolare.

Il prossimo segno è il calo della libido. Il basso livelli di estrogeni provoca l'assottigliamento delle parete vaginali e la carenza di lubrificazione che determina una secchezza vaginale. Inoltre, le donne sono più suscettibili alle infezioni intime.

I cambiamenti si verificano anche nei seni. Il seno può diventare più gonfio e dolorante, e anche inizia a sentire il peso della gravità.

Anche la pelle e i capelli soffrono dei cambiamenti. La pelle diventa più secca e perde elasticità e tono, quindi, iniziano a comparire rughe. I capelli diventano più sottili e fragili e tendono a diradarsi lentamente.

Le vampate di calore sono i primi sintomi della menopausa derivanti dai cambiamenti ormonali e dall'irregolarità dei livelli dei principali ormoni sessuali femminili. In generale, durano pochi minuti ma possono causare ansia, stress e un aumento della frequenza cardiaca.

Problemi circolatori, ansia, stress e mancanza di sonno possono portare a mal di testa o emicranie frequenti.


Menopausa

La menopausa è conclamata dopo un anno consecutivo di amenorrea. Biologicamente parlando, è la fine del periodo fertile nella vita di una donna, poiché il suo corpo non è più in grado di sostenere una gravidanza sicura.

La menopausa è un processo fisiologico che indica la fine del ciclo mestruale e dell'attività delle ovaie. Durante questo periodo, possono verificarsi tutti i sintomi della premenopausa.


Postmenopausa

La postmenopausa e’ la fase che segue la menopausa e dura il resto della vita di una donna.

AIUTO! 

ESISTE UN AIUTO PER ALLEVIARE I SINTOMI DELLE TRE FASI DELLA MENOPAUSA?

Per facilità di comprensione e uso generale della parola, mi rivolgerò in seguito alle tre fasi della menopausa con il termine menopausa.


La menopausa può compromettere la qualità della nostra vita, in quanto i sintomi che accompagnano questo periodo sono tutt'altro che piacevoli. Sapevi che la ricerca mostra che ben il 55% delle donne non fa nulla per alleviare i sintomi della menopausa?


No, non devi soffrire. Ci sono modi in cui puoi migliorare il tuo benessere.


Terapie comuni durante la menopausa

Il medico può prescrivere una terapia ormonale sostitutiva a base di ormoni femminili. È un sostituto degli ormoni che il corpo femminile non produce più, o in misura molto minore. Aiutano ad alleviare i sintomi più comuni come vampate di calore, sudorazioni notturne e il rischio di osteoporosi.

Tuttavia, si tratta ancora di aggiungere ormoni sintetici, quindi la terapia ormonale dovrebbe essere eseguita sotto stretto controllo medico. La terapia ormonale sostitutiva, può provocare effetti collaterali come problemi digestivi, tensione al seno, emicranie e sbalzi d'umore.

Ciò che è ancora più preoccupante è che ha un effetto negativo sul cuore e sul fegato. Con lo stile di vita moderno, abbiamo già un fegato piuttosto sovraccarico.


Erbe utili per alleviare i sintomi della menopausa

Esistono metodi naturali, le erbe, che possono alleviare i sintomi della menopausa e sono adatti alle donne che non possono ricorrere alla terapia ormonale o rifiutarla.


10 modi in cui puoi migliorare il tuo benessere durante la menopausa

 La menopausa, con i suoi sintomi e problemi, non solo provoca cattivo umore perché ci rende la vita difficile, ma le donne sono anche più esposte a varie condizioni come l'osteoporosi, l'obesità, le malattie cardiovascolari e il diabete. Ecco perché è tanto più importante che ci prendiamo cura sia della prevenzione che della salute.

Oltre alle erbe summenzionate, che sono estremamente efficaci, possiamo fare molto da soli per migliorare la condizione e alleviare i sintomi.


Mangia cibi ricchi di calcio e vitamina d

Quando inizia la menopausa, inizia anche a diminuire la massa ossea, provocando una maggiore fragilità ossea, aumentando così il rischio di osteoporosi. Il calcio e la vitamina D sono direttamente correlati alla salute delle ossa, quindi dobbiamo assicurarci di averne abbastanza di entrambi.

Verdure a foglia verde come il cavolo e gli spinaci sono buoni, fonti vegetali di calcio. Anche tofu, fagioli e broccoli. Si trova anche nello yogurt, nelle mandorle e nella soia.

La vitamina D è una vitamina liposolubile che si ottiene principalmente dal sole. Alcuni anche con cibi come funghi, bietole, cicoria e altri alimenti arricchiti con vitamina D.

Tuttavia, è difficile soddisfare il fabbisogno di vitamina D dell'organismo durante tutto l'anno, quindi si consiglia anche di assumere integratori alimentari con vitamina D3.


Abbandona le cattive abitudini

Questo è un ottimo momento per smettere di fumare e smettere, o almeno ridurre il consumo di alcol. Sia il fumo che il consumo di alcol intensificano i sintomi spiacevoli della menopausa. La caffeina è anche nota per scatenare i sintomi, quindi potrebbe essere consigliabile considerare il passaggio dal caffè normale al caffè decaffeinato. Sarebbe ancora meglio sostituirlo con una tisana per alleviare i sintomi.


Controlla il tuo peso

Durante la menopausa il metabolismo rallenta e i chili di troppo iniziano ad accumularsi intorno al girovita, che è dovuto a cambiamenti ormonali.

Nonostante il fatto che, con questi cambiamenti, perdere peso e mantenere un peso sano possa essere una vera sfida, questo è molto importante, in quanto riduce il rischio di malattie cardiovascolari. L'eccesso di grasso addominale, tuttavia, è un fattore di rischio per lo sviluppo del diabete.


Cambia il tuo stile di vita

Ora è un buon momento per riscoprire tutti i benefici dello yoga e della meditazione. Le donne amano mettere tutti gli altri al primo posto. Ci prendiamo cura della famiglia, dei figli, del marito, del lavoro, della casa, ecc. In questo periodo è tanto più importante non dimenticarsi di noi stessi e prenderci il tempo per “ricaricare le batterie”. Questo è il modo in cui gestiremo l'irritabilità e lo stress. Il sonno sarà migliore, avrai più energia e sarà più facile navigare tra le onde imprevedibili della menopausa.


Fai attività fisica regolare

Non è necessario correre maratone, infatti, lunghi allenamenti cardio sono addirittura sconsigliati in quanto possono aumentare i livelli di cortisolo e mettere a dura prova il corpo. Al contrario, si consiglia un allenamento moderato con pesi. Questo tipo di esercizio aiuta a mantenere la massa muscolare e riduce i fattori che causano l'osteoporosi. Allo stesso tempo, l'allenamento con i pesi può effettivamente accelerare la frequenza cardiaca e quindi bruciare i grassi. Tuttavia, è necessario sottolineare quanto sia importante che tale esercizio venga eseguito correttamente, perché altrimenti possono verificarsi rapidamente lesioni indesiderate.

L'esercizio fisico regolare ti porterà a dormire meglio e a migliorare il tuo umore. Naturalmente, aiuta anche a mantenere un peso sano.


Mangia cibi ricchi di proteine

Assicurati di mangiare un po' di proteine ad ogni pasto. Gli alimenti sufficientemente ricchi di proteine sono fondamentali per mantenere la massa muscolare. Ti saturano a lungo e il corpo consuma anche più calorie per digerire le proteine rispetto ai carboidrati semplici.

Sapevi che la caduta dei capelli può essere causata anche da una carenza di proteine?

Durante la menopausa, quando i nostri capelli iniziano già a perdere volume e a seccarsi, è bene quindi prestare maggiore attenzione alla dieta e garantire un adeguato apporto proteico.

Limita al massimo lo zucchero e i cibi trasformati

Lo zucchero e i cibi trasformati sono un fattore estremamente importante nel peggioramento dei sintomi. Una tale dieta provoca grandi fluttuazioni di zucchero nel sangue. Di conseguenza, siamo irritabili e abbiamo anche maggiori probabilità di sviluppare la depressione.

Invece dei dolci, concediti la frutta. In questo modo ti occuperai contemporaneamente dell'assunzione di fibre, vitamine e minerali.


Mangia cibi ricchi di fitoestrogeni

I fitoestrogeni sono un gruppo di sostanze presenti nelle piante e hanno una struttura molto simile agli estrogeni del nostro corpo. Proprio per questa loro somiglianza, possono essere inclusi nel ciclo ormonale dei nostri ormoni sessuali anche durante la menopausa, quando il corpo non produce più il proprio estrogeno. I fitoestrogeni si trovano nella soia, nei fagioli, nei ceci, nell'erba medica, nel trifoglio, nell'orzo, nel grano saraceno, nel lino, nel miglio, nell'avena, nel riso, nel sesamo, nelle noci e nei legumi.


Bevi abbastanza acqua

La secchezza (pelle, vagina, capelli) che le donne sperimentano durante la menopausa è dovuta ai bassi livelli di estrogeni. Bevendo una quantità sufficiente di acqua, ci assicuriamo che il corpo sia idratato, riduciamo il gonfiore e diamo una sensazione di sazietà, regolando così più facilmente il peso corporeo. Inoltre, otteniamo anche il nostro metabolismo attivo e funzionante.


Scegli integratori alimentari naturali

Con integratori alimentari comprovati, naturali e di alta qualità, possiamo migliorare la qualità della nostra vita e vivere al meglio la menopausa.

Ecco perché abbiamo combinato le migliori erbe ed estratti nelle capsule Menowell, che aiutano a ripristinare l’equilibrio ormonale e a supportare le funzioni del fegato, dell’intestino e delle ghiandole surrenali durante le fasi della menopausa.

L’integratore alimentare Menowell non ha effetti collaterali e aiuta ad alleviare i sintomi della menopausa in modo naturale.



Fonti:

https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/perimenopause/symptoms-causes/syc-20354666
https://www.healthline.com/health/red-clover-menopause#drug-interactions
https://edition.cnn.com/2007/HEALTH/01/10/peri.menopause/
https://www.webmd.com/women/features/soy-hot-flashes#1
https://draxe.com/health/perimenopause-symptoms/
https://www.healthline.com/nutrition/5-htp-benefits#TOC_TITLE_HDR_5
https://www.rxlist.com/5-htp/supplements.htm
https://www.healthline.com/health/dong-quai-ancient-mystery#benefits
https://www.webmd.com/vitamins/ai/ingredientmono-1608/griffonia-simplicifolia
https://www.healthline.com/nutrition/wild-yam-root#health-claims
https://www.franciscanhealth.org/news-and-events/news/first-signs-perimenopause
https://www.healthline.com/health/menopause#diagnosis

Noi raccomandiamo
background
MenoWELL
60 Capsule
Disponibile

/ Sufficiente per 60 giorni / 0,42€ al giorno

Menowell è un integratore alimentare a base di erbe ed estratti naturali per migliorare il benessere delle donne durante le tre fasi della menopausa. Aiuta a regolare gli ormoni, ridurre le vampate di calore, controllare gli sbalzi d'umore e diminuire il rischio di osteoporosi.

€25,00
Articoli Correlati
MENU ANTI- ETÀ: 10 tipi di alimenti per nutrire dall'interno la ballezza
Pelle bella e giovane. Questo è l'ideale a cui aspiriamo tutti nella società di oggi. Ma si tratta solo dell'aspetto. Ti s...
Hai Mai Sentito Parlare Di Grasso Viscerale?
Su questo problema forse hai già sentito qualcosa o forse no, il fato è che sono già molti i medici che lo avvertono, perc...
Allergie E Malattie Autoimmuni – Qual È La Loro Causa?
Le allergie e le malattie autoimmuni sono sempre più frequenti. Quasi tutti soffriamo di qualche allergia o almeno siamo i...